domenica, Giugno 20, 2021
Home BLOG News Sanificare il condominio: sì o no?

Sanificare il condominio: sì o no?

Condominio | Sanificazione | Adempimenti

In molti #condomini è stata programmata la #sanificazione di cortili e androni contro il #coronavirus
Ma serve davvero a proteggere il #condominio
E’ un obbligo di #legge
E quanto può costare? 
Ecco quando serve davvero e che cosa invece andrebbe fatto.

Preliminarmente, va chiarito che l’obbligo di sanificazione degli ambienti discende dall’esistenza di una #norma di legge (in senso ampio, potrebbe trattarsi di, un’ordinanza comunale) che prescriva detto adempimento: diversamente, in assenza di ciò, l’intervento di sanificazione non può ritenersi obbligatorio ma resta un #attodiscrezionale dell’Amministratore di Condominio.

In secondo luogo, è altresì doveroso segnalare che la sanificazione effettuata dall’impresa autorizzata e, quindi, nel rispetto di tutte le #prescrizioni tecniche e normative, non possa considerarsi un atto una tantum, giacché non è definitiva e risolutiva né tantomeno #immunizzante.

In altri termini, l’aspetto sul quale deve puntare la valutazione e l’intervento dell’Amministrazione condominiale, atteso che anche il singolo condomino può richiedere la sanificazione, è quello di una pulizia generale, costante e adeguata al caso di specie, relativamente alle parti di uso comune che, per loro #natura, possono rappresentare un luogo a rischio di #contagio.

Da ultimo, è infine opportuno osservare come, qualora nello stabile di interesse, si sia verificato almeno un caso di #Covid_19, è responsabilità dell’Amministratore quella di contattare il Comune e coordinarsi con quest’ultimo per il doveroso intervento di sanificazione dei #luoghi.

Per approfondimenti, consultare il link >>>

https://www.altroconsumo.it/casa-energia/casa-condominio/consigli/sanificazione-condominiale-coronavirus

Must Read