mercoledì, Settembre 22, 2021
Home BLOG DataRoom Il diritto di limitazione: quando esercitarlo?

Il diritto di limitazione: quando esercitarlo?

In base all’art. 18 del GDPR, “l’interessato ha il diritto di ottenere dal titolare del trattamento la limitazione del trattamento quando ricorre una delle seguenti ipotesi:

a) l’interessato contesta l’esattezza dei dati personali, per il periodo necessario al titolare del trattamento per verificare l’esattezza di tali dati personali;

b) il trattamento è illecito e l’interessato si oppone alla cancellazione dei dati personali e chiede invece che ne sia limitato l’utilizzo;

c) benché il titolare del trattamento non ne abbia più bisogno ai fini del trattamento, i dati personali sono necessari all’interessato per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria;

d) l’interessato si è opposto al trattamento ai sensi dell’articolo 21, paragrafo 1, in attesa della verifica in merito all’eventuale prevalenza dei motivi legittimi del titolare del trattamento rispetto a quelli dell’interessato.”

Detto altrimenti e sinteticamente, il #diritto degli Interessati di limitare le #finalità perseguite dal #Trattamento può essere esercitato: 

  • se è messa in discussione l’accuratezza dei #Dati personali 
  • se il Trattamento è #illecito 
  • se i Dati personali non sono più necessari ai fini del perseguimento delle finalità originariamente supposte dal Titolare 
  • se è pendente nell’ambito di una richiesta di #cancellazione dei Dati personali, la verifica dell’esistenza di un #motivo legittimo prevalente

Se il trattamento è limitato a norma del comma I, tali dati personali sono trattati, salvo che per la conservazione, soltanto con il consenso dell’interessato o per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede giudiziaria oppure per tutelare i diritti di un’altra persona fisica o giuridica o per motivi di interesse pubblico rilevante dell’Unione o di uno Stato membro.

L’interessato che ha ottenuto la limitazione del trattamento a norma del comma I è informato dal titolare del trattamento prima che detta limitazione sia revocata. Nondimeno, in forza dell’art. 19 del GDPR, il titolare del trattamento ha l’obbligo di notificare a ciascuno dei destinatari cui sono stati trasmessi i dati personali le eventuali rettifiche o cancellazioni o limitazioni del trattamento effettuate a norma dell’articolo 16, dell’articolo 17, paragrafo 1, e dell’articolo 18, salvo che ciò si riveli impossibile o implichi uno sforzo sproporzionato. Il titolare del trattamento comunica all’interessato tali destinatari qualora l’interessato lo richieda.

Must Read